In gaelico significa "Benvenuti!!" e spero proprio che vi possiate gustare queste pagine dedicate alla vacanza in Irlanda che ho trascorso dal 13 al 22 Settembre 1999. Dopo lo straordinario viaggio in Nuova Zelanda ero un pò "scarico": dove potevo andare? Sembra una frase strana, dato che c'é tutto il nostro mondo da visitare, ma dovete capire che dopo aver realizzato il sogno di una vita (e aver costatato che la realtà SUPERAVA le mie più sfrenate aspettative) mi mancava lo stimolo per partire ancora. Fortunatamente, ho deciso di visitare la verde e dolce Irlanda, e BANG! Altro innamoramento totale!!

Per molti versi l'Irlanda assomiglia alla NZ: un VERDE da paura (la stessa parola "verde" assumerà un'altra connotazione dopo essere tornati da un posto così), pochi abitanti, e quelli che ci sono, simpaticissimi. Poi, fuori dalle città c'é la mia personalissima versione del Paradiso: tu, la strada, paesaggi da mozzare il fiato... e BASTA!! Beh, qualche casa c'é, ma se desirate la tranquillità, l'Irlanda é il posto che fa per voi. I paesaggi sono stupendi, nonostante il fatto che quegli animali di inglesi, durante la loro sciagurata dominazione, abbiano abbattuto la quasi totalità delle foreste di quercia che la ricoprivano... figuratevi come sarebbe stata CON??! Va beh, lasciamo perdere. Solo in una cosa la Repubblica d'Irlanda pecca: le strade. A questo proposito vi invito a leggere la pagina apposita.

A questo punto vi starete chiedendo se ho beccato la pioggia. Sì, ma niente di drammatico. Lo scroscio quotidiano é la norma, ma mi sono state raccontate vacanze molto più sfigate della mia: del tipo, pioggia dal primo giorno fino all'ultimo... Brrrr! Solo in una occasione il maltempo (praticamente le residue frange di un uragano, dato che il vento ti portava quasi via) ha rovinato una escursione di valore, cioé il Ring of Kerry. E' stato decisamente seccante perché i paesaggi che riuscivamo a intravedere attraverso la nebbia (o meglio, le nuvole, dato che erano un "pochettino" basse) sarebbero stati GRANDIOSI col sereno... ma poteva andarci peggio.

A differenza della NZ, tutti i miei compagni di viaggio erano italiani, e questo ha contribuito non poco al successo della vacanza. Non che in NZ io mi sia trovato male in mezzo a spagnoli, argentini o brasiliani (al contrario), ma capite anche voi che trovarsi tra connazionali é tutta un'altra cosa. Ma non e' successo il casino che paventavo nella pagina della NZ: a parte le inevitabili stronzate commesse, non ci siamo poi distinti (in negativo) più di tanto!! Anche la guida era italiana, Patrizia, che ci ha fatto entrare nella vita quotidiana degli irlandesi, abitando (sento che l'invidia sta montando prepotentemente dentro di me!) in Irlanda oramai da 6 anni e mezzo. A parte questa encomiabile attitudine.... é stata perfetta!! Bravissima é dire poco, ma con l'avanzare dell'età il mio vocabolario si sta facendo di ora in ora più ristretto! Tra parentesi: dato che sono un perfetto imbecille non le ho fatto nemmeno una foto, mi dovete scusare.

Ma veniamo alla navigazione vera e propria. Come mappa dell'Irlanda ho preso in prestito quella del catalogo della Mecca (il tour operator di cui si é servita la mia agenzia di viaggi). Le "regioni" che vedete contrassegnate da diversi colori non rispecchiano in alcun modo la divisione geo-politica della Repubblica d'Irlanda, ma la scelta é stata fatta per raggruppare i principali punti di interesse turistico. Mi é parso un modo nuovo di presentare una nazione, e così l'ho adottato anch'io. Per ogni regione troverete le migliori foto che mi sono venute, le mie considerazioni, una piccola cartina che vi permetterà di raggiungere le altre parti del sito senza ritornare per forza qui, e una breve prospettiva della regione stessa, anch'essa tratta dal catalogo della Mecca.

Come avrete modo di vedere voi stessi, alcune regioni sono più scarne di altre per quanto riguarda le foto. Ciò non é dovuto al fatto che mi siano piaciute meno, ma le condizioni meteo, unite alla difficoltà, come già detto, di scattare foto dal pullman hanno determinato questa situazione. Dopo una laboriosa preparazione (leggi: sono stato molto pigro) é finalmente in linea una raccolta di informazioni utili. Non é molto ampia, ma credo possa servire. Se, inoltre, siete curiosi di conoscere l'inno nazionale, visitate la mia pagina nuova di zecca (anch'essa sottoposta ad una "laboriosa" preparazione= altro attacco di pigrizia).



Regione del Sud-Est Regione Centrale Regione dell'Est Regione del Sud-Ovest Regione dell'Ovest

Per commenti, mandatemi pure una